MILANO AZZURRA: "DISCRIMINAZIONE JUVENTUS INACCETTABILE. INTERVENGA LA FICG"
I vertici del club dei tifosi azzurro-meneghini: "Se si prende questa via, portiamo tutti in Tribunale"

In merito alla questione del divieto di acquisto dei biglietti di Juventus-Napoli anche ai "nati in Campania", in una nota i membri del direttivo di Milano Azzurra si dicono "sconcertati, indignati e offesi per l'ingiustificabile discriminazione messa addirittura per iscritto sul sito ufficiale dalla Juventus FC". "Ancor piu' sconcertanti - proseguono - sono i goffi tentativi di arrampicarsi sugli specchi e creare confusione sulle reali responsabilita'".

Nel chiedere "l'intervento degli organi della Federcalcio e della Lega serie A" il club evidenzia "un incredibile paradosso: i figli di molti dei soci potrebbero assistere alla partita in quanto nati in Lombardia, ma i genitori non potrebbero farlo perche' colpiti dal 'peccato originale', quello di portare la scritta Napoli come luogo di nascita sulla carta d'identita'".

"Ove tali condotte dovessero ripetersi - fanno sapere i vertici del club - ci riserviamo il diritto di adire le vie legali". In molti hanno recentemente rinnovato la tessera del tifoso pagando circa 30 euro tra rinnovo e spedizione. "Riteniamo che tali provvedimenti discriminatori siano lesivi del nostro diritto, fino al punto di dover valutare una class action nei confronti di chi chiede ai tifosi di affiliarsi a vari programmi e poi non consente loro di esercitare i loro diritti. Per questo - fanno sapere - stiamo interpellando i direttivi degli altri club del Nord".